x 
Carrello vuoto

Dal 27 maggio al 3 giugno, in un evento gratuito organizzato dal Registro Italiano Alfa Romeo (R.I.A.R.) saranno esposte alcune delle auto più iconiche che hanno definito la storia

dell’auto italiana nel mondo

Torna RealAlfa il Concorso di Conservazione e Restauro per vetture Alfa Romeo dedicato allo storico e giornalista Maurizio Tabucchi, con un'emozionante esposizione automobilistica dedicata alla storia e alla bellezza dell'auto italiana, fruibile dal 27 maggio al 3 giugno.

Il Concorso RealAlfa, indetto dal Consiglio Direttivo del Registro Italiano Alfa Romeo (R.I.A.R.) in collaborazione con ACI Storico, culminerà con un evento aperto al pubblico il 2 giugno presso il Museo Storico Alfa Romeo di Arese e premierà le prime due auto di ogni categoria e, tra le vincitrici di classe, verrà eletta dalla giuria nel suo insieme l’auto vincitrice assoluta del Premio Tabucchi, corrispondente al Best in Show.

A supporto di questa prestigiosa iniziativa IL CENTRO ospiterà la mostra completamente gratuita dedicata a tutti gli appassionati e non, con protagoniste cinque autovetture iconiche Alfa Romeo di provenienza del R.I.A.R. per offrire l’opportunità unica di immergersi nell’eccellenza e nell’eleganza che ha sempre contraddistinto la casa automobilistica.

Le auto in esposizione sono:

Alfa Romeo 1900 T.I. – 1952/54 – 4 cilindri in linea- 1884 cc – 100 cv – 170 km/h

Per dare ai propri clienti sportivi la possibilità di partecipare alle corse per auto di serie, l’Alfa Romeo presenta la versione Turismo Internazionale della 1900 che, assieme alla successiva T.I. Super da 115 cv, si affermerà in moltissime competizioni sia in Italia che all’estero. Verrà costruita, nelle due versioni, in 1.095 esemplari.

Alfa Romeo 1900 Berlina – 1950/54 – 4 cilindri in linea- 1884 cc – 80 cv – 150 km/h

Con questo modello l’Alfa Romeo passa dalla dimensione artigianale di alto livello a quella industriale. La 1900 infatti ha la scocca portante ed inaugura la prima catena di montaggio al Portello. Verrà costruita, in questa versione, in 7.407 esemplari.

Alfa Romeo MONTREAL – 1970/77 – 8 cilindri a V- 2593 cc – 197 cv – 220 km/h

Presentato come prototipo esposto all’Esposizione Universale di Montreal del 1967, questo elegante coupé è caratterizzato soprattutto dal motore derivato dalla Alfa Romeo 33 da competizione ed adattato per l’uso turistico. Verrà costruita in 3.925 esemplari.

Alfa Romeo 75 1.8i turbo – 1986/88 4 cilindri in linea - 1779 cc – 155 cv – 205 km/h

La 75 è l’ultima Alfa Romeo ad adottare la meccanica Alfetta e, per molti Alfisti, anche l’ultima vera auto del Biscione prima della cessione del marchio. La versione turbo e quella più corsaiola turbo Evoluzione assecondano la moda dei motori turbocompressi.

Alfa Romeo SPIDER – 1995/2000 - 4 cilindri in linea - 1970 cc – 150 cv – 210 km/

Denominata anche con la sigla di fabbrica 916, per non fare confusione con le numerose altre spider Alfa Romeo, la nuova sportiva è caratterizzata dalla splendida linea disegnata da Pininfarina. Le Spider prodotte sono state oltre 30.000.

 

 

 

 

 epocauto 5 2023

  

 

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:

Ford Custom 1949-1950-1951 - su epocauto di ottobre 2023

PORSCHE 356 A - epocauto di maggio 2024

Citroen Traction Avant 11 BL - su epocAuto di marzo

FORD GRANADA SECONDA SERIE - su epocAuto di gennaio 2023