x 
Carrello vuoto

 2021 5 triumph1

Triumph Speed Twin 1937

su epocAuto di maggio 2021 a firma di Mauro Preti - 

Se si domanda ad un qualsiasi appassionato di citare un marchio di motocicletta inglese, nella maggior parte dei casi la prima risposta sarà Triumph, anche se ce ne sono state a decine, ed alcune molto più diffuse e più vincenti, questo marchio evoca moto potenti e soprattutto bicilindriche, tipologia da noi poco diffusa ma molto ambita, nata per dare una identità al marchio in un momento difficile.
La Triumph viene fondata nel 1885 a Coventry da due benestanti immigrati tedeschi, Bettmann e Schulte, per produrre macchine da cucire, nel 1887 iniziano a costruire biciclette di qualità, pensando a futuri sviluppi assistono ai primi tentativi di industrializzare la produzione di motociclette, come Hildebrand e Wolfmuller che contattano per costruire moto su licenza, ma poi abbandonano l’idea. Con scarso successo riproducono un triciclo Humber, quindi nel 1902 piazzano su una bicicletta rinforzata un motore Minerva primordiale fissato al tubo discendente del telaio tra cannotto e pedaliera, la trazione è a cinghia diretta. Nel 1904 passano a un motore Fafnir da 3,5hp e questa è la prima moto vera, nello stesso anno nasce il primo motore Triumph un 300 cc e nel 1905 il 450 a valvole laterali che giungerà 2° nel TT del 1907, da qui un crescendo di successi e di ordini, nel 1909 si producono 250 moto al mese, viene messo in cantiere il primo “twin” con imbiellaggio a 180° la cui lunga sperimentazione si arresta con l’inizio del 1° conflitto mondiale...

 

 

2021 1fagioli2

 

 L'articolo completo è su epocAuto di MAGGIO